Scenari da brivido

ottobre 27th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews
Visto l’avvicinarsi della squallida ricorrenza di Allovino, vi propongo una serie di situazioni orrorose che potrebbero assai facilmente occorrervi nella vita di tutti i giorni.

Indovina chi viene a cena
Prima situazione, la più drammatica: state consumando con mesta allegria un pasto pasquale con tutta la famiglia riunita, quando dal cancello di casa entra una bionda vecchietta in bici: l’ha invitata il vostro zio americano, traduttore dei gialli della megera. La vecchietta si rivela essere Jessica Fletcher, portajella che nemmeno il chiarchiaro di Pirandello: se si è data la pena di lasciare Cabot Cove per venire da voi, state certi che nel vostro giro di conoscenze c’è un cadavere in arrivo.

Ora, capite benissimo anche da soli che le possibilità sono assai ristrette (e nessuna opzione vi piacerà):

-il cadavere sarà di un vostro amico/parente
-il cadavere sarà del vostro peggior nemico (e pulitevi quella macchia di sangue sul bavero della camicia!)
-il cadavere sarete voi

Il medico della mutua
Situazione leggermente migliore della precedente: se siete ricoverati e nella vostra stanza entra un uomo claudicante con la barba di tre giorni che vi insulta invece di farvi l’anamnesi, ci sono alcune cose da sapere:

- avete una patologia stranissima, iniziata con sintomi banali ma che rapidamente peggiorerà fino a mettere in serio pericolo la vostra stessa sopravvivenza;
- oppure avete una patologia banalissima, iniziata con sintomi assai strani ma che rapidamente peggiorerà fino a mettere in pericolo la vostra stessa sopravvivenza;
- l’uomo che è entrato è il dott.House: vi guarirà (spesso con terapie “miracolose”), non prima però di avervi condotto sull’orlo della tomba per la sua tendenza a sperimentare sul paziente di turno ipotesi cliniche variegate e improbabili -giungerà al bandolo della matassa grazie ad un’illuminazione avuta mentre si ingolla un flacone di pillole, proprio quando a voi sopravviene il terzo arresto cardiaco;
- a scelta, durante la degenza vi cuccherete almeno una trapanazione del cranio o una puntura lombare (ma alle volte anche entrambe); se già non lo avete avuto, un attacco convulsivo non ve lo leverà nessuno e, se proprio siete fortunati, potrà capitarvi di spandere copiosamente il vostro prezioso sangue da un qualsiasi orifizio del vostro corpo


Quarto Potere

Situazione classica da tv del terzo millennio: state passeggiando amabilmente lungo il vostro percorso preferito, assorti ad ascoltare il melodioso lamento della pantegana in amore. Ad un tratto, le vostre orecchie captano una frase che vi gela il sangue: “Signora, cosa ha provato quando ha saputo dell’efferato omicidio della cognata del suocero della sua vicina?”
Vi girate di scatto e notate un’inviata di Studio Aperto alle prese con l’ultimo mistero d’Italia: proprio nella vostra ridente (!) cittadina una donna è stata centrifugata e uccisa da una lavatrice di una lavanderia automatica. Cercate di fuggire, ma non sapete dove. Adocchiate istintivamente un cespuglio alla vostra destra e state per infrattarvici: purtroppo, dallo stesso cespuglio sbuca Michele Cucuzza che cerca di abbrancarvi con fare mellilfuo. Riuscite a scansarlo e raggiungete rapidamente un autobus alla fermata più vicina. Salite e, ormai sicuri, vi sedete accanto ad una ragazza. Questa vi sorride e, innocentemente, vi domanda: “Scusi, lei è del posto?” Mentre vi apprestate a rispondere un gentile “Sì, certo, posso aiutarla?”, non vi accorgete del registratore portatile che la ragazza sta estraendo dalla borsetta e nemmeno della telecamera comparsa alle vostre spalle…

Spuntini III – La rivincita dei Teletubbies

ottobre 22nd, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

- I gemelli (come) Kaczynski (si scrive) sono stati battuti alle elezioni polacche -che loro stessi avevano voluto. E’ la rivincita dei Teletubbies.

- Della serie “notizie inutili” dal sito del Corriere (sotto la dicitura G8): Mario Placanica si separa dalla moglie. Ah, era sposato? E al popolo?


- Saggio e meditato intervento del presidente del Codacons sulla vicenda futurista di fontana di Trevi, con cui l’esimio propone di colorare l’acqua del monumento ogni settimana di un diverso colore: “Il vero danno per il monumento e’ rappresentato dai metalli tossici delle monetine che a migliaia, quotidianamente, vengono gettate nell’acqua. Un colorante non dannoso, al contrario, non danneggerebbe i preziosi marmi e rappresenterebbe ogni settimana un evento per i turisti.” Eh, già. E perchè invece non facciamo vestire il Marc’Aurelio da Dolce e Gabbana?

Una vita da Prodiano

ottobre 16th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Contro i mulini a vento

ottobre 14th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

In un mondo senza Mastella e Caruso, senza Dini e Giordano non dovrei cercare riparo nel PD: ci sarebbe un partito di sinistra vera (non apriamo la questione di cosa veramente sia di sinistra, per favore: facciam finta di saperlo), cui delegare le mie istanze per un Paese migliore. Purtroppo questo mondo non è mai stato come lo vedeva il buon vecchio Pangloss, perciò ci dobbiamo arrangiare con quel che c’è.
Non sono mai stato entusiasta di questa cosa del Partito Democratico e, nel mio piccolo in mezzo ai molti incisi, l’ho scritto già. Non contesto l’idea che ci sta sotto, che mi pare buona, quanto la realizzazione pratica: un insieme molto eterogeneo di posizioni, in cui c’è spazio per la Binetti e per Veltroni, per Follini e per Fassino. Nondimeno, oggi mi sono diligentemente recato a votare, perchè credo nel valore delle Primarie come scelta dal basso -per quanto ciò è possibile- dei propri candidati e perchè ogni scheda imbucata è comunque un contributo allo sviluppo della società in cui vivi. Stavolta, poi, son giunto al seggio col cuore leggero: tanto chiunque vinca, per me va bene. Tra i candidati, molta gente sconosciuta e qualche concittadino impegnato nel “terzo settore”; plurindagati pochi, per fortuna.
Pur stimando abbastanza Veltroni, ho optato per la Rosy: non condivido tutto quello che ha fatto e detto, però le riconosco l’impegno nella battaglia per i Dico e una grande pulizia di pensiero; pur essendo fortemente cattolica, ha dimostrato di rispettare chi non lo è; inoltre pare un Don Chisciotte contro i mulini a vento, perciò mi fa simpatia.

Aggiornamento in diretta (0.43): Però: più di 3 milioni! Naturalmente, per Forza Italia i dati sono “gonfiati”: Silvio, Silvio… A tener fede ai dati che arrivano in successione, Uolter ha fatto terra bruciata degli antagonisti: peccato, speravo almeno in un 30% della Rosy (ferma, allo stato attuale al 13 circa). Ora vedremo cosa nascerà da quest’assise di fine ottobre: chissà non ne esca una creatura abbastanza forte e con forti proposte, magari almeno un poco di sinistra.

Ah: come vedete bene, mai puntare sul cavallo che scelgo io…

—————-
Now playing: Bobby Solo – Non c’è più niente da fare
via FoxyTunes

Francesco e gli amici di Zelig

ottobre 8th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Saltellando tra i canali, questa sera son finito al cospetto del San Francesco di Raiuno. In quel momento il buon frate e gli amici di Zelig (tutti ben tosati come appena usciti dalla bottega del barbiere: forse avevano addosso anche un po’ d’acqua di colonia) erano in trasferta in Terrasanta, dove incontravano il sultano: costui, naturalmente, non necessitava di interprete per discorrere con l’allegra brigata umbra.

Forse in gioventù aveva fatto il ragazzo alla pari in qualche corte italica?
Oppure era cultore delle belle lettere e parlava latino?
O magari era stato Francesco ad avere la ventura di imparare la lingua araba da Morgan Freeman, capitato in Italia durante il suo viaggio da Gerusalemme in Gran Bretagna al seguito di Kevin Costner?

Ecumenismo e Pace

ottobre 7th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews


Un po’ di ecumenismo…ogni tanto.

Spuntini II

ottobre 6th, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

-finalmente ho capito qual è il motto del Tg1 nello scegliere i protagonisti della “nota politica” (leggi:pastone) delle varie edizioni: basta che respiri. Altrimenti non si capirebbe l’immancabile dichiarazione di Gianfranco Rotondi, nullità da 0,7% che pare Dio in terra

-per una volta che Mastella ha ragione, diamogliene atto -poi non si dica che lo critichiamo a priori-: la contessina Borromeo ad Anno Zero non ha alcun senso, se non quello di molcere l’animo ai presenti (e poi…non è nemmeno bellaaa; magari carina, ecco)

-siccome in termini di morbosità percepita la saga di Garlasco tira ancora, tg e giornali hanno sempre qualcuno distaccato in paese e un servizio almeno sull’argomento (neppure per l’Iraq c’è tanta attenzione); peccato che lì non succeda più niente da giorni, per cui la notizia-tipo è “oggi Alber*o S*asi non è uscito di casa” oppure “i Ris hanno spostato il camioncino due metri più indietro.” Immagino i corrispondenti, raccolti a sera accanto a un fuoco da campo, in preghiera al patrono degli inviati perchè mandi loro qualche altro efferato delitto da sfruculiare

-l’addio di Mario Giordano a Studio aperto lascia un vuoto incolmabile: chi mi strapperà le grasse risate all’ora di pranzo, Augias l’austero? Confidiamo in questo Mulè (a sapere chi è…)

—————-
Now playing: Don Mclean – Vincent
via FoxyTunes

Novissimo Testamento

ottobre 3rd, 2007 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews
In Verità, in Verità vi dico:
“è più facile che un Mastella si autoriduca gli emolumenti
che un italiano getti la cicca consumata nel cestino dei rifiuti”

Related Posts with Thumbnails

Where am I?

You are currently viewing the archives for ottobre, 2007 at PaleoZotico.

Bad Behavior has blocked 282 access attempts in the last 7 days.