Centro!

gennaio 31st, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Venghino, siori e siore!

Venghino tutti: attorno a me, prego.

Quanti di voi sentivano come un vuoto qui, all’altezza dello stomaco? No, non lì, chè c’è il fegato: più al centro! Ecco, lì, proprio al centro. Lo sentivate, vero, questo vuoto? Quest’aporia, questa voglia di qualcosa di buono…
Qualcosa che stesse più al centro, che occupasse quel piccolo spazio mancante.
Ebbene, eccolo qui!

Nuovo nuovo, appena sfornato:

la “Rosa Bianca”!

Come, cos’è? Ma è il nuovo partito del centro più centro, no!

Il buon Baccini e il buon Tabacci (due nomi, un anagramma) si sono finalmente emancipati dal bel Casini, con queste motivazioni:

«ALTERNATIVA AL CENTRO» - Tabacci e Baccini dichiarano la volontà di «costruire una alternativa al Centro a questo bipolarismo muscolare, per rispondere alle esigenze e alle aspettative di tanti cittadini assolutamente delusi da questa politica, che sempre più appare raffigurata dalla casta». «Lo spazio che si apre al centro dovrà essere occupato da una iniziativa alla quale anche noi vogliamo dare il nostro apporto, aperto ad altri amici che vogliono contribuirvi. Potrà essere – concludono – una Rosa Bianca, un fiore offerto alla speranza degli italiani».

Hanno imbarcato Pezzotta l’imberlato, e via! Eh, visto che ora quel vuoto non lo avvertite più, vero?

Sorge, però, una domanda: ma quanto spazio c’è al centro? Che è, un buco nero?

Meritocrazia nel Belpaese

gennaio 28th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

In un Paese in cui tutti lamentiamo una dittatura della gerontocrazia, oggi una buona notizia: esiste un Direttore Sanitario di soli 29 anni. Avete capito bene: 29 anni.
Si tratta di Antonio Crea, a capo della clinica Ania di Monte Salvo, in Calabria.

Peccato che costui sia figlio di Domenico Crea, consigliere regionale (che ama fare la spola tra destra e sinistra: ora sta con Rotondi, ma prima era nella Margherita e prima ancora col centrodestra) oggi arrestato per il delitto Fortugno. Anche il figlio è stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta Onorata Sanità (un giorno dovremo parlare dei nomi stravaganti dati alle inchieste di polizia: c’è forse un comico atto all’uopo?): si parla tanto di premiare il merito, poi le istituzioni tarpano le ali a questi virgulti appena cresciuti!

Guarda tu se la ‘Ndrangheta deve essere più all’avanguardia di noi…

Altre informazioni sulle puntate precedenti:
http://www.in2minuti.it/2006/06/uni6_0630_crea-lascia-margherita.htm

Prove dell’esistenza di Dio: la banana

gennaio 26th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Sembra incredibile, ma questi sono seri:

Silvius ex machina

gennaio 26th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Ieri sera al tg2 sostenevano che 2 famiglie su 3 (mah…) non arrivano a fine mese. Vero o no che sia, dalla nascita del governo Prodi c’è sempre stato in tv un Bondi o uno Schifino a lagnarsi di questo “governo delle tasse” che avrebbe ridotto il paese in mutande. Ora, finalmente, San Silvio della Provvidenza sta per scendere ancora sulla terra ad allietarci col suo cabaret in diretta da Palazzo Chigi e ha già parlato di programmi per il nuovo esecutivo.
Uno si aspetta l’annuncio di un deciso taglio delle tasse, per lo meno: invece, che farà il gran Burlone mascarato?
Promette una legge sulle intercettazioni!

Eh, nientemeno! Un problema che affliggeva tutti noi da vicino (o almeno tutti quegli intelligentissimi personaggi che discutono allegramente affari loschi al telefono).
Immagino il sospiro di sollievo del “popolo delle partite iva”!
Famiglie in piazza a gridare la propria felicità, con frasi di questo tenore:

“Finalmente potrò di nuovo sparlare di mia cognata in libertà!”
“Ed io mandare dove sai tu quel fetente del principale!”
“Io, poi, potrò finalmente spiegare ai miei amici come scaricare gli mp3 dalla rete!”

Il grande comunic-attore è tornato.
E, nonostante tutto ciò, prenderà valanghe di voti.

P.S.: Si, lo so, ha fatto di nuovo la sparata dell’ICI (poveri Comuni!). Se prometteva una batteria di pentole era meglio…

P.P.S.: Dice anche che ci saranno 5 anni di carcere per chi infrangerà questa fantasmagorica norma sulle intercettazioni (qui si coglie la lezione del buon Gelli).

Stile ed eleganza

gennaio 24th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Eh, perfino la mortazza…

Che sottile metafora…
(Notare la finezza del maglione arrotolato attorno al collo)

—————-
Now playing: Francesco De Gregori – Viva L’Italia
via FoxyTunes

Parlamento

gennaio 24th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Storie di corsia

gennaio 23rd, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Diciamo che siete in ospedale per assistere un parente malato. Diciamo che state lestamente scivolando verso la stanza del vostro congiunto dopo aver avvisato un infermiere che il vicino di letto, preda di un delirium tremens da astinenza alcolica, si rivolge al crocifisso appeso al muro pensando sia un televisore acceso, quando vi scoprite a sorridere osservando la camera di tre vispi vecchierelli immobilizzati da qualche anca o menisco consunti. Vi pare che discutano amabilmente, quasi fossero antichi amici nel salotto di casa. Il vostro cuore si apre a pensieri di serenità: le passeggiate in piazza, le bocce in compagnia, la briscola… Insomma, la terza età vissuta con serenità nel tempo che fugge.

Ecco: mettiamo che vi capiti quest’esperienza. Un consiglio, permettete: allontanatevi immediatamente da quel luogo! Non indugiate in quell’apparente idillio! O, almeno, cercate di tapparvi le orecchie. Potreste altrimenti scoprire che i loro garruli cinguettii altro argomento non hanno che la ricerca del supplizio economicamente più vantaggioso per sopprimere criminali extracomunitari. Vorreste cogliere questa perla: “Neanche l’acciaio del proiettile, meritano di far spendere…”? O vi piacerebbe sentirli passare a disquisire di pali e delle modalità per utilizzarli alla bisogna?

—————-
Now playing: N. Fabi, E. Bennato – Non è amore
via FoxyTunes

Meglio soli

gennaio 21st, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Che dire? Quasi un anno fa mi stracciavo le vesti per il primo scivolone del governo Prodi II. Oggi non mi sembra il caso. Meglio finirla qua.

Basta con i partiti-individuo: basta Dini, basta Mastella.
E basta raccattare gente in ogni angolo.
Si può anche perdere, ma con dignità.
Spero solo che Veltroni mantenga la promessa di far correre il PD da solo.

Fenomenologia del Chirurgo

gennaio 18th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

Chirurgo, animale dal comportamento bizzarro: molto mattiniero, vive nascosto in un antro male illuminato, che chiama “sala operatoria”; di rado si spinge oltre il confine di questo ambiente, quasi fosse spaventato dagli spazi aperti e dalla luce del sole.

All’interno della sua tana, egli è re: ivi suole attrarre soggetti d’ambo i sessi per strane cerimonie rituali, da cui si esce comunque in posizione orizzontale (non è detto ci si rialzi) e sovente dormienti. Forse in accordo a questa sua natura scontrosa, il chirurgo tende a maltrattare i compagni di grotta e anche le sue vittime (denominate “pazienti”) con glorificanti epiteti che non possiamo ripetere (i primi affinchè gli porgano strumenti affilati, i secondi affinchè restino immobili mentre egli con questi strumenti li tagliuzza).
Quando il sole è allo zenit, infine, il chirurgo sparisce (alcuni studiosi ritengono cada in letargo o in una sorta di estasi mistica, ma diversi pensano si rechi in altri luoghi oscuri detti “clinica privata”) senza lasciare traccia che non sia qualche garza imbrattata di sangue. Vani sono i tentativi di coloro i quali ha operato* e dei familiari, per venire a conoscenza degli eventi accaduti nella lugubre grotta. Si dice che qualcuno sia financo morto, nell’attesa.


*termine magico-religioso di natura apotropaica, che indica il complesso dei rituali che il chirurgo esercita sui pazienti (l’operazione, appunto).

Malcostume…mezzo gaudio

gennaio 18th, 2008 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

75F69D49-4048-4C8B-B716-71E5D49CB173.jpg

Totò Cuffaro è stato condannato per favoreggiamento nei confronti di Michele Aiello, un imprenditore che gestiva la sanità palermitana in accordo con alcuni “uomini d’onore”. Gli hanno dato 5 anni.
Lui ha tirato un sospiro di sollievo, perchè non gli è stato affibbiato il favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra, ma esclusivamente un favoreggiamento semplice.
Ha detto: “Sono confortato, non sono colluso con la mafia e per questo resto presidente della Regione. Da domani torno al lavoro.”

Cioè, la catena dei favori è questa:

Cuffaro —-> Aiello —-> Mafia

e non questa:

Cuffaro —-> Mafia

Dubito ci sia altro da aggiungere.

In ogni caso, questo è Presidente della Regione Sicilia e ha preso 5 anni per favoreggiamento nei confronti di un imprenditore; la condanna prevede anche l’interdizione dai pubblici uffici, ma ci sono altri gradi di giudizio e si vedrà -vista la presunzione di innocenza.
Lui non sente il bisogno di dimettersi, anzi sembra rinvigorito dalla condanna: chè, in certi campi, un po’ di pubblicità non guasta. C’è chi mette un annuncio sul giornale, chi si appunta al petto una condanna.

Malcostume…mezzo gaudio.

P.S.: Di fronte a certi fatti, abbiamo ancora necessità di una condanna penale per decidere di non appoggiare con il nostro voto i Cuffaro o i Mastella?

Related Posts with Thumbnails

Where am I?

You are currently viewing the archives for gennaio, 2008 at PaleoZotico.

Bad Behavior has blocked 261 access attempts in the last 7 days.