Allori

maggio 28th, 2010 § 4 comments § permalink

BlogNews

Uno dei miei blogger di riferimento, il buon Heike, ha compiuto i fatidici e malinconici 33, gli anni di Cristo (che poi, a leggere in giro, dice che mica è morto a 33 anni, Cristo: quindi, caro Heike, non lasciarti abbattere dalla propaganda…). Forse per le riflessioni scaturite da questo evento, gli sono usciti due tra i post più belli degli ultimi tempi: “la prostata” e, soprattutto, “il dio di mio padre.”

corona alloroCosì, tra un post e l’altro e con un po’ di vita in mezzo, il tempo passa anche qui: pure io comincio a notare qualche capello bianco, sto scollinando verso i 34, già ho rinunciato a cercare di piegare il futuro alle mie brame. Quel che resta, sono piccoli sogni da onesto artigiano della felicità quotidiana. Ecco, di questi piccoli sogni il principale era rappresentato dalla corona d’alloro che spetta ai laureati: ebbene, oh quattro gatti che mi seguite fin dall’inizio, martedì 25 maggio me la sono finalmente aggiudicata.

Bloggheria

novembre 15th, 2009 § 3 comments § permalink

BlogNews

I tormenti di un giovane blogger

“Si no te sa, tasi!”, si dice da queste parti. Se non sai, taci. Saggezza popolare che, a darci retta, condurrebbe a chiudere la maggior parte dei blog (compreso questo). Perché, insomma, i blog sono l’apoteosi della tuttologia applicata e del giudizio apodittico su questioni per cui un Montaigne avrebbe magari versato botti di inchiostro. Volendo riassumere all’osso, mi pare che nella blogosfera si vivacchi molto sul latino hic et nunc: il commento arguto, la frecciatina che inchioda il fatto del giorno, un certo accanirsi sulla carogna di giornata. Ci sfoghiamo, insomma. Forse è il mezzo che chiama alla brevità, forse è il pubblico che vuole il mordi e fuggi. Ripeto, mi ci metto in mezzo totalmente: ogni volta che lancio un pezzo nella rete, sento l’amarezza per la piccineria delle analisi che riesco a produrre.

dblog2_Cosiddetta-Saffo-Pompei-33323 Prima di pronunciarsi su di un argomento, bisognerebbe averlo ben ruminato: ci vogliono tempo, pazienza e silenzio. Leggi e rifletti, osservi e fai esperienza fino a costruire l’edificio di un ragionamento che si possa paragonare almeno ad una palafitta, primitivo ma abbastanza stabile da non rovesciarsi per un po’ di mare grosso.

E comunque pure dopo questo lungo ruminare alle volte ti sbagli.

E comunque non puoi mai sapere quando sarà “una di quelle volte”.

Perché la verità è un caleidoscopio di opinioni che osserva il reale, a sua volta un caleidoscopio di eventi di cui possiamo cogliere tutt’al più le tendenze generali: vince chi approssima meglio –alle volte per ragioni puramente stilistiche.

Ma forse basta non prendersi troppo sul serio.

 

P.S.: le mie scuse a Mr Montaigne per averlo coinvolto in questo post.

 

Technorati Tag: ,,
Related Posts with Thumbnails

Where Am I?

You are currently browsing the Bloggheria category at PaleoZotico.

Bad Behavior has blocked 282 access attempts in the last 7 days.