L’eroe di ‘sti due …mondi

giugno 13th, 2010 § Commenti disabilitati § permalink

BlogNews

image

Peccato che questo qui è già libero da qualche giorno, naturalmente. Al più, si tratterà di offrirgli un passaggio fino a Malpensa. Comunque, per mantenere la solennità dell’annuncio, facciamo una cronaca della giornata odierna del nostro Premier. Da leggere a mo’ di cinegiornale Luce (o anche a mo’ di Minzolini):

settimana_incom_luce Certo galvanizzato nel ricordo dell’eroe dei due mondi, centrale e inclita figura nelle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità di quel paese che, da  Padania a Terronia, lungo l’unificante cerniera dell’Appennino, corre sicuro verso il sol dell’avvenire, il nostro giovane premier è stato oggi costretto agli straordinari, al nobile scopo di tener fede a tutti i gravosi impegni internazionali -inevitabili per un paese di alto rango quale quello che ha l’onore di guidare ormai da lungo tempo.

Prima, nella bulgara mattina di Sofia, dopo il commosso e virile ascolto dell’Inno di Mameli, il nostro primo ministro ha personalmente scoperto una statua equestre di Giuseppe Garibaldi, fiero condottiero e ideale precursore di quegli  uomini che, impavidi, ancor oggi lottano per l’autodeterminazione e la libertà dei popoli padani e delle genti delle due Sicilie. Nel pomeriggio, poi, come suo costume senza concedersi a quelle molli pennichelle che tanto sanno d’ozio romano, il capo del governo si recherà in terra d’Africa, in quella Libia da dove voci ben informate dicono ritornerà col trofeo più ambito alle genti europee: uno svizzero in carne e ossa, anch’esso personalmente liberato (a mani nude!) dalle cirenaiche galere.

Grazie all’italico ingegno di Silvio Berlusconi, laddove tutte le cancellerie del continente hanno fallito, un uomo solo è riuscito a trionfare del riottoso alleato libico, di nuove glorie così ancor ricoprendo il paese dove il sì suona.

n1

Update delle 0.00: alla fine, allo svizzero è stata risparmiata la traversata del Canale di Sicilia in compagnia delle simpatiche barzellette del premier. Comunque, Berlusconi non torna dalla Libia a mani vuote: si porta indietro 3 pescherecci e i soliti salamelecchi sul ruolo (decisivo, ovviamente) svolto nella risoluzione di questa delicatissima crisi internazionale (giusto per cavillare: risulta che la firma del trattato Libia-Svizzera si sia svolta alla presenza di soli delegati di governo elvetici e spagnoli).

Related Posts with Thumbnails

Where Am I?

You are currently browsing entries tagged with svizzera at PaleoZotico.

Bad Behavior has blocked 260 access attempts in the last 7 days.